Vantaggi collaterali

Quando ho deciso di intraprendere la via del cuocone ho pensato tra me e me “almeno lavorando in cucina non soffrirò la fame”; e in effetti per chi lavora in cucina il cibo è sempre a portata di mano e volendo si può mangiare a sazietà.

Ma c’è un ma: la sazietà arriva subito. Saranno i ritmi di lavoro più serrati, sarà l’orario anticipato di pranzo e cena (12 e 19) saranno gli odori di cibo sempre nelle nari, ma la fame che di solito mi contraddistingue è calata lasciando spazio alla sete, quindi mangio meno e bevo molta più acqua.

si riprende la bici

Aggiungiamo a questo inoltre il fatto che il parcheggio rispetto al ristorante quando proprio mi va bene è a 5 minuti a piedi (in discesa all’andata e ovviamente – indovinate – in salita al ritorno) ma quando è pieno le alternative sono più impegnative: o affrontare 200 scalini (per amor di precisione 197) da una parte oppure inforcare la bici per 3 km lungo un percorso che però si può fare solo di giorno, dato che di notte ci passeggiano i cinghiali.

Il risultato più evidente di tutto ciò è che sto dimagrendo e tanto, e complessivamente sono più in forma.

Insomma alla fine della stagione se continua così avrò un fisico migliore, decisamente un vantaggio collaterale gradito.

Share Button

About author

Related Articles