Un giretto a Gavorrano

gavorrano-chiesa

La prima cosa che ti colpisce di Gavorrano è che è in salita. Molto in salita. Strade antiche, lastricate a pietra e mattoncini. Già per arrivarci la strada è tutta curva e ascendente, essendo anche questo un paesino arroccato, come si usava costruirli anticamente.

Rispetto a Montemerano forse un po’ più ammodernata, con molte concessioni all’asfalto e alla praticità moderna, ma la zona della Chiesa e i vicoli intorno sono rimasti così come erano un tempo.

gavorrano-portone

L’insediamento esiste fin dai tempi degli etruschi, sebbene le parti arrivate fino a noi abbiano un aspetto più medievale. I primi cenni storici di Gavorrano si trovano in Dante: è qui infatti che è morta Pia dei Tolomei.

Con la scoperta della cava di pirite le colline di Gavorrano si sono molto animate, attirando una quantità di persone intorno alla miniera, chiusa poi nel 1981. All’interno di una ex cava si trova dal 2003 il Teatro delle Rocce, uno dei simboli del Parco Nazionale delle Colline Metallifere, e attrattiva turistica (specie in estate) per chi trascorre le vacanze nel maremmano.

gavorrano-pozzo

Bisognerà tornarci, poco ma sicuro, per esplorare anche le tradizioni alimentari del luogo perché stavolta non ne abbiamo avuto materialmente il tempo.

 

gavorrano-vista

Share Button

About author

Related Articles