The Drinkable Book, il libro che disseta

drinkable-book-chiuso

Un libro può salvarti la vita. A volte in modo letterale. È questo il concetto alla base di The Drinkable Book, un progetto di alcuni studiosi della Carnegie Mellon e dell’University of Virginia per l’organizzazione no-profit Water is Life.

Secondo le parole di uno degli scienziati che hanno preso parte al progetto, il funzionamento è simile a quello di un filtro di caffè: il “libro” è ricoperto di nanoparticelle d’argento che, al passaggio dell’acqua, filtrerebbero Escherichia coli e Enterococcus faecalis, due dei maggiori contaminanti delle acque.

 

drinkable-book-fogli

Ovviamente sono trattamenti da utilizzare in situazioni di emergenza, e ogni foglio filtrante (divisibile a metà) contiene anche consigli e informazioni su questioni legate all’acqua e al suo consumo, per migliorare le abitudini di utilizzo idrico.

drinkable-book-uso

Qui un video con qualche approfondimento. Spero che questo prototipo, come altri progetti di Water is Life, possa andare davvero avanti ed essere di reale utilità.

Attualmente non si ha una stima di quanti l’associazione ne voglia produrre; le istruzioni fornite sono in hindi e inglese, ma i produttori hanno dichiarato che prevendono a breve versioni in haitiano, swahili e altre lingue.

Immagine anteprima YouTube

Via DesignBoomdrinkable-book-aperto

Share Button

About author

MrsBubba

Da vicino nessuno è normale. Neppure io. Editor, community manager, social qualcosa. Soprattutto lettrice. Parole, musica, cibo, tech, gatti e canetti. Gamer before it was cool. Sempre con la valigia, di città in città, di vita in vita, di storia in storia. Sono come sono, cerco di cambiare. Non son più quella di una volta. Scrivo per ricordare, ma poi mi scordo lo stesso.

Related Articles