Tempeh al Rosmarino su Verdurine Croccanti

La prima volta che ho assaggiato il tempeh avevo davvero grandi aspettative. Così mi sono apprestata a gustarlo con entusiasmo: dopo una breve ripassata in padella – come da indicazioni sulla confezione – ho assaggiato il mio boccone e… che delusione!

Devo dire che mi son trovata in bocca un sapore per nulla entusiasmante, molto asciutto e farinoso che non soddisfaceva per nulla il palato. Forse ero stata fuorviata dalla lettura delle varie descrizioni di complessità che la sua preparzione prevede? O forse mi aveva ingannato la descrizione del suo sapore?
tempeh

La preparazione del tempè prevede che si ammorbidiscano, riducano in poltiglia e cuociano parzialmente i semi di soia. Successivamente viene aggiunto un composto acidificante (di solito aceto) e un fungo fermentante, lo Rhizopus oligosporus. Il preparato viene poi disteso e messo a fermentare per circa 24 ore a una temperatura di circa 30 °C. In un tempè ben riuscito, i semi sono saldati fra di loro in inviluppo di miceli bianchi. Durante il processo di fermentazione, a basse temperature, o in situazione di forte ventilazione, possono formarsi sulla superficie delle macchie nere o grigie dispore, che non alterano il sapore e la qualità del prodotto.

E ancora:

Ha un sapore complesso e intenso: una combinazione di noci e funghi, ma alcune ricette esaltano somiglianze con la carne.

Così, siccome non mi piace arrendermi alla prima, ecco come ho pensato di risolvere e superare quelle percezioni di palato non proprio gustose. Devo dire che la seconda volta col Tempeh è stata decisamente più soddisfacente.

spadellata-julienne-verdure

Tagliate a fette il Tempeh dello spessore che più vi aggrada.
Preparate una julienne di verdure. Qui ho scelto: crauto rosso, crauto bianco, carote e porro,
sia per l’accostamento dei sapori sia per i profumi e non da ultimo per i colori.

Spadellate la julienne, per 10 minuti circa, con Olio Extra vergine sale e se vi piace aglio.
Fermate la cottura quando le verdure risulteranno morbide fuori e croccanti all’interno.

tempeh-su-verdurine-croccanti

In una padella a parte fate rosolare il iempeh in olio extra vergine, aglio sale e tanto tanto rosmarino (se preferite un’altra erba aromatica sostituite pure). Infine montate il piatto: prima sistemate il letto di verdure (che avrete tenuto in caldo), poi il tempeh rosolato; in ultimo cospargete con l’olio aromatizzato per condire e lucidare.

Share Button

About author

Related Articles