Schiaccia alla Verza

A Pasqua ho partecipato a un piccolo ricettario gratuito per vegetariani, dando tre ricette che in questi giorni vi riporterò qui. Il ricettario completo lo trovate a questo indirizzo.

500 gr farina integrale bio
300 gr di acqua
1 panetto di lievito di birra
Una presa di sale
Un cucchiaio d’olio

Una verza riccia
Due cucchiai di uva di corinto
Una cipolla bianca
Olio extra vergine di oliva
Pepe bianco
100 gr di caciocavallo o tuma
Un bicchiere di vino bianco

schiaccia-verza
Amalgamare bene la farina, l’acqua tiepida in cui sarà disciolto il lievito, l’olio e il sale; per chi usa la pasta madre solida basterà usarne circa un terzo del peso totale degli ingredienti e ridurre di conseguenza, aumentando al contempo il tempo di lievitazione.
Lasciare lievitare in un luogo tiepido per alcune ore (raddoppiare per PM).

Lavare e tagliare a listarelle la verza, il più sottile possibile, eliminando le parti più dure e callose. Mettere l’uvetta di corinto a rinvenire nel vino.
Tagliare molto sottile la cipolla e, in una padella dai bordi alti, farla saltare con l’olio. Quando è ben dorata aggiungere l’uvetta leggermente strizzata (conservandone il vino) e la verza a listarelle. Lasciare stufare per circa 30-40 minuti aggiungendo il vino e un po’ d’acqua per consentire la cottura.

Con l’impasto lievitato ricavare due dischi rotondi, uno più grande, per foderare la tortiera (da 28 cm) e uno più piccolo per la successiva copertura.

Infornare il primo disco a 180° nel forno ben caldo per 5-8 minuti; riempirlo con la verza saltata ben scolata da eventuali sughi di cottura, e coprire con uno strato di caciocavallo a scaglie prima e con il secondo disco di impasto dopo.

Rimettere in forno per 20-25 minuti a 180°, sformare quando è tiepida.

Share Button

About author

Related Articles