Funghetti ripieni

intervallo di funghettiI funghi non li amo particolarmente, ma ovviamente piacciono molto all’Esigente Fidanzata. Così mi ha insegnato una ricetta che lei usa da sempre e che non sa proprio dirmi da dove sia venuta in origine.

Lo champignon coltivato non è un fungo particolarmente saporito, ma con questo ripieno assume un po’ di personalità in più che lo rende sfizioso per un intervallo o come piccolo antipasto leggero.

Si puliscono bene i funghi, eliminando i gambi e mettendoli da parte per altre preparazioni, e se ne tolgono le lamelle dall’interno per ricavare uno spazio ampio per il ripieno. In una ciotola a parte si prepara un impasto con un etto di pangrattato, parmigiano abbondante (quasi altrettanto rispetto al pangrattato), pepe e qualche pomodoro fresco frullato (o se non avete granché tempo va bene anche qualche cucchiaio di salsa di pomodoro), amalgamando con un cucchiaio di olio extravergine di oliva.

Si riempiono i funghi e si mettono nel forno a 180° fino a completa cottura (che varia a seconda della dimensione dei funghi, e sarà visibile dal cambiamento di colore).

Facile, veloce e gustoso, tanto che li mangio volentieri pure io.

funghetti ripieni

Share Button

About author

Related Articles

1 Comment

  1. Christian 29 ottobre 2014 at 10:55

    Prova questo ripieno:

    1 parte di pan grattato di pane di semola
    2 parti di granella di pistacchio
    pomodori secchi tagliati al coltello
    formaggio pepato (siciliano ovviamente, ma in alternativa un primo sale, o un pecorino non troppo stagionato o un caciocavallo meglio se di bufala) tagliato a cubetti.
    i gambi avanzati dai funghi
    carota qb
    aglio qb
    peperoncino qb
    acqua o brodo vegetale qb

    Dopo aver pulito i funghi, metti da parte i gambi, pulire anche i gambi e tagliarli grossolanamente a cubetti.
    In una padella far andare in abbondante olio evo una brunoise di carota, il battuto d’aglio (se piace, se ne può fare a meno, ma…) e il peperoncino (se piace, anche di questo se ne potrebbe fare a meno, ma…). Dopo un po’ aggiungere i funghi e portare a cottura a fiamma viva, se dovesse servire aggiungere qualche spruzzata di acqua.

    A parte in una boule mettere il pangrattato e la granella di pistacchio. Aggiungere i gambi dei funghi cotti, quindi i pomodori secchi e da ultimo il formaggio quando il composto è già stemperato. Regolare la consistenza aggiungendo qualche cucchiaio di acqua o di brodo vegetale freddo se dovesse servire.

    A questo punto si possono riempire i funghi e continuare come sopra 😉