Cucinare per l’Esigente Fidanzata

menu-esigente-fidanzata-1È tanto tempo che cucino per l’Esigente Fidanzata… tutti i giorni, più volte al giorno; spesso insieme a lei, che mi ha insegnato alcune ricette, tante volte da solo, alcune volte facendo cose banali, altre sperimentando, ho cucinato davvero tante cose per l’Esigente Fidanzata.

Qualcuna è andata bene, qualcuna è andata male, qualcuna è diventata un successo e qualche altra un disastro, ma stavolta è stato diverso. Stavolta non cucinavo a casa, con i tempi normali, con tutta la calma del mondo cercando di fare le cose per bene, con le mie pentole e i miei attrezzi. No, no. Stavolta si cucinava a lavoro.

È venuta a trovarmi insieme ad amici, in un tavolo da cinque di cui uno vegetariano. Voi direte “che ci sarà di strano”; c’è di strano che è un ristorante di pesce, non ce l’abbiamo il menù per vegetariani, non pronto. Qualcosa da poter fare c’è, per carità, uno improvvisa. Un antipasto vegetariano c’è, qualcosa si inventa, ci si adatta.

menu-esigente-fidanzata-2Ma l’Esigente Fidanzata non la posso far mangiare con qualcosa di adattato così semplicemente, o levando un ingrediente come ci è successo altrove. Per l’Esigente Fidanzata abbiamo studiato col mio chef un menù tutto per lei, particolare, simile al nostro ma rivisitato per lei. Quindi il flan di verdure era simile ma con delle variazioni: niente fonduta di pomodoro, ma di pecorino e a decorare verdure a julienne.

menu-esigente-fidanzata-3 Per il secondo le si è fatto – e che altro si poteva fare all’Esigente Fidanzata se non le melanzane fritte! – fette di melanzana fritta con bufala; basilico, pomodoro, olietto, ciuffetti di melanzana e fonduta di pomodoro. Una cosa carina, abbiamo pensato a lei. Grossa mia pecca, mi son scordato le patatine, ma ero un po’ emozionato, parecchio emozionato.

Era lì, era bellissima, è bellissima e quando la vedo il cuore mi va a tremila; avevo una paura di sbagliare, stavo per andare in palla. Per un po’ ci sono andato, lo chef lo sapeva e mi ha rimesso subito in riga, senza cazziarmi troppo. Poi sono arrivate le altre comande e tutto è tornato normale.

Il dolce… non siamo riusciti a fare la sacher, anche perché abbiamo deciso di attaccare tardi e quindi sono stato con lei; e credo lei preferisca stare con me che avere una sacher (o almeno lo spero!). Per lei c’è stato un tortino al cioccolato senza letto di fragole, perché lei – mica è facile – è allergica alle fragole. Ma avevo un asso nella manica, altro cioccolato fuso da aggiungere sopra.

Insomma, io sono stato molto contento e credo anche lei. È bello. Era tanto che non cucinavo per lei la sera, lavorando non succedeva da un po’. Stasera ho cucinato di nuovo per lei e mi fa molto piacere: dopotutto è anche grazie all’Esigente Fidanzata che sto lavorando ora e qui.

Mi ha spronato tanto sia nel mio progetto di cambiamento di vita sia nel cercare lavoro; avevo avuto momenti di tristezza perché nessuno mi voleva assumere: non hai esperienza, vogliamo qualcuno più alto, più magro, più grasso, più bello. Ho trovato lavoro qui, mi trovo bene, il mio chef l’ha voluta conoscere, lei ha presentato la gattina Sibilla che ha fatto strage di cuori.

È stata una bella serata. E ora (mentre detto questo post) ritorno da lei.

menu-esigente-fidanzata-4

 

Share Button

About author

Related Articles

1 Comment

  1. miciapallina 14 giugno 2014 at 23:25

    Ma così mi fai emozionare!!! Esigente fidanzata lo sai, vero, che sei fortunata?
    Vi voglio bene!

    miciapallina