Cannoli siciliani

Il latte in esubero del fattore del posto in cui viviamo viene venduto a un piccolo caseificio. Ed è lì che andiamo a prendere la ricotta. Quella di questo periodo è odorosa, col pascolo d’erba nuova, e parecchio ricca. Quindi per onorare la sicilianità dell’Esigente Fidanzata abbiamo preparato i cannoli.

La chiave di ricerca per trovare la ricetta giusta me l’ha data l’Esigente, ed è “scoccia di cannolo“: è questo il nome che prende la parte cilindrica; e io ho usato la ricetta di Zagara e Cedro, opportunamente modificata per usare la farina integrale e chiaramente nella variante col burro. La mia lista ingredienti quindi è leggermente diversa ed è questa:

cannolo-ricotta250g di farina integrale
1 chiara d’uovo
1 noce di burro
1 cucchiaio di zucchero
1 cucchiaino di cacao amaro
1 pizzico di sale
circa 2 cucchiai di Marsala per ottenere una pasta abbastanza solida
eventuale acqua per solidificare

Per il resto la procedura è identica, e a parte qualche incertezza e qualche piccolo disastro (alcuni si sono aperti, altri si sono sfaldati, alcuni erano troppo grossi) il sapore era eccellente. Un disastro per l’aspetto e contemporaneamente una vittoria per il sapore. Non sono nemmeno troppo difficili da fare, quindi si può provare serenamente in casa, cercando il proprio equilibrio di sapori.

Share Button
Tagged with:

About author

Related Articles