Cheesecake

Di ricette di cheesecake è pieno il mondo  (veramente di ricette di qualunque cosa… scommetto che c’è qualcosa anche su cozze e fragole, per dire), ma dato che mi è stata chiesta la mia, eccola qui. Non è semplicissima né leggera, ma insomma, non c’è da aspettarsi molto altro da una cheesecake. Non so più dove presi la ricetta originaria, ma l’ho  modificata negli anni per adattarla al mio ideale di cheesecake (che facevano in un ristorantino a Catania e che è tuttora per me la più buona mai mangiata).

Se cercate la ricetta di un dolce leggero e facile potete smettere qui. Altrimenti, se vi sentite temerari, ecco le mie dosi.

1° strato (base):
300g di Grancereale classico
100g di burro
cannella e un pizzico di sale

2° strato (cotto):
3 uova + 2 tuorli
200g zucchero di canna
700g philadelphia
20g maizena
100 g panna liquida
cannella

3° strato (freddo)
500g panna liquida
1 vasetto yogurt naturale
succo di mezzo limone

Preparazione del 1° strato (base):
Sbriciolare bene i biscotti, aggiungere cannella e sale, amalgamarli al burro fuso e stendere in uno stampo a cerniera. Lasciare raffreddare almeno mezz’ora in frigo.

Preparazione del 2° strato (cotto):
Con poca acqua sciogliere lo zucchero a fiamma bassa fino ad ottenerne uno sciroppo denso. Sbattere a lungo le uova, finché non si montano, poi aggiungere lo sciroppo non troppo caldo e amalgamarvi poco per volta la philadelphia; aggiungere la maizena, la cannella polverizzata e la panna liquida.
Stendere il composto sulla base già raffreddata e infornare a 180° per 30 minuti e 150° per altri 30. Lasciare riposare in forno aperto per circa mezz’ora.

Preparazione del 3° strato (freddo):
Versare lo yogurt e il succo di limone nella panna e lasciare riposare per almeno mezz’ora in frigo. Montare la panna (senza alcuna aggiunta di zucchero) a crema (ci vorrà molto più tempo del normale), stendere nella tortiera sui precedenti strati e mettere in frigo per almeno 6 ore.

Alla fine sopra si può decorare con gelo di lamponi, mirtilli, tè verde, insomma un po’ come si crede. Io la lascio quasi sempre “al naturale” perché mi piace così com’è.

Share Button

About author

MrsBubba

Da vicino nessuno è normale. Neppure io. Editor, community manager, social qualcosa. Soprattutto lettrice. Parole, musica, cibo, tech, gatti e canetti. Gamer before it was cool. Sempre con la valigia, di città in città, di vita in vita, di storia in storia. Sono come sono, cerco di cambiare. Non son più quella di una volta. Scrivo per ricordare, ma poi mi scordo lo stesso.

Related Articles