Finzioni – Mensile di lettura creativa

Finzioni, un blog che seguivo volentieri (come non farlo: prende il nome del mio libro preferito!), si è trasformato in un mensile dal punto di vista più unico che raro: la creatività della lettura. In genere tutti gli approcci alla letteratura riconoscono l’atto creativo esclusivamente nel lavoro dello scrittore, nella ricerca della parola, del suono, dell’immagine. In realtà anche leggere è un atto creativo, il libro si crea diverso per ogni persona in ogni diverso momento della sua vita.

Da quest’approccio si sviluppa il magazine Finzioni, il cui numero zero è disponibile in PDF;  Una breve spiegazione:

Un approccio leggero a contenuti pesanti.
Dentro ci sono un padrino (Friederich Durrenmatt) e una citazione del mese spiegata con un libro che non c’entra nulla.
Ci sono tante recensioni su libri in italiano, in inglese e graphic novel, una rubrica sui labirinti e una sulla scienza spiegata ai topi da biblioteca.
In più c’è una sfida a Proust, qualche esercizio di stile, la posta dei lettori e un racconto inedito che ha vinto un premio molto importante.

I curatori sono stati così gentili da darci qualcosa in più di quel che si legge in giro:

Questo progetto nasce a novembre scorso dall’intesa tra me (Jacopo Cirillo) e Charlie (Carlo Zuffa): abbiamo messo insieme le nostre competenze letterarie da una parte e tecniche dall’altra; abbiamo messo su una redazione di circa 20 persone, cercando di coordinarla e di fare passare le idee sulla letteratura che sono alla base della filosofia della rivista, riassunte (poco) nell’editoriale del numero zero, spiegate (meglio) nei “Lunedì metaletterari” sul sito e messe in bell’ordine nel prossimo editoriale.
Al numero zero, distribuito in pdf on line e anche con (poche) copie cartacee a Faenza, si è aggiunto il sito web, con contenuti complementari, come un canale twitter di microrecensioni, rubriche più lunghe e “tecniche” e approfondimenti.
Il progetto è appena partito ma ha grandi ambizioni, o almeno è quello che cerchiamo di fare!

Le idee buone sono sempre brevi. E innumerevoli. Ogni libro, reale o inesistente, le porta con sé.
L’impegno di queste pagine, e di quelle future, sarà di parlare di libri attraverso le loro idee: brevi, diagonali, alla svelta. Sarà di non entrare in nessun libro ma circolare in tutti.

Consideriamo i libri come oggetti culturali costantemente in relazione tra loro in un sistema interdefinito di libri e di discorsi attorno a essi, da cui acquistano valore e identità.
Per questo vogliamo essere lettori, non scrittori. Crediamo che la lettura sia un atto creativo e, semplicemente, la trascriviamo.

“Menino vanto altri delle pagine che hanno scritte; il mio orgoglio sta in quelle che ho lette”.

Finzioni. Progetto di letteratura creativa.

Le twitterecensioni sono irrinunciabili, e per tutte le novità potete anche seguirli su Facebook: non avete scuse!

Share Button

About author

MrsBubba

Da vicino nessuno è normale. Neppure io. Editor, community manager, social qualcosa. Soprattutto lettrice. Parole, musica, cibo, tech, gatti e canetti. Gamer before it was cool. Sempre con la valigia, di città in città, di vita in vita, di storia in storia. Sono come sono, cerco di cambiare. Non son più quella di una volta. Scrivo per ricordare, ma poi mi scordo lo stesso.

Related Articles

3 Comments

  1. Bosina 30 marzo 2009 at 10:31

    Questo me lo salvo nei preferiti!

  2. Bosina 30 marzo 2009 at 11:31

    Questo me lo salvo nei preferiti!