Concorsi letterari

Quale potrebbe essere, per uno scrittore, un metodo per farsi notare dagli editori? Semplice, vincere un concorso letterario, possibilmente prestigioso! Ma trovarli non è sempre facile; per questo può essere utile consultare un portale come Concorsi letterari.

Concorsi-Letterari.it è il portale web dedicato ai concorsi e ai premi letterari organizzati in Italia.

Concorsi di narrativa – dedicati a racconti o romanzi o raccolte – così come concorsi di poesia, di saggistica e legati ai fumetti. Senza costo di iscrizione o a pagamento, con premi in denaro, pubblicazione o altro, per Concorsi-Letterari.it non c’è differenza: desideriamo coprire l’argomento nella sua totalità provvedendo anche a segnalare, là dove vi è il merito, pure i concorsi più interessanti e promettenti dell’attuale panorama italiano.

Chiunque (enti, associazioni, club letterari, editori, portali web, blog) organizzi un concorso letterario può inviarcene il bando (insieme a un breve testo di descrizione del concorso) per una segnalazione del Premio sulle pagine del nostro sito.

Chiunque voglia collaborare con noi alla gestione e all’aggiornamento costante delle nostre vetrine letterarie web può inviarci la sua candidatura: la nostra risposta è assicurata!

Articolato in sezioni molto chiare (Narrativa, Poesia, Gratuiti e con quota) contiene anche due sezioni extra importantissime: una di consigli su come partecipare, e l’altra di interviste ai vincitori di concorsi; ambedue le sezioni sono utilissime per evitare i problemi più comuni e risolvere quei dubbi che i bandi spesso non sciolgono affatto. Esilarante la serie di articoli sui 10 errori da evitare, parte I, parte II e parte III, che con un po’ di sano umorismo riportano però delle reali criticità per chi concorre ai premi.

Share Button

About author

MrsBubba

Da vicino nessuno è normale. Neppure io. Editor, community manager, social qualcosa. Soprattutto lettrice. Parole, musica, cibo, tech, gatti e canetti. Gamer before it was cool. Sempre con la valigia, di città in città, di vita in vita, di storia in storia. Sono come sono, cerco di cambiare. Non son più quella di una volta. Scrivo per ricordare, ma poi mi scordo lo stesso.

Related Articles

1 Comment